• Hai bisogno di aiuto? Contattaci

  • In evidenza

    13 ottobre 2021

    La clausola “a prima richiesta e senza...

    Cassazione sentenza n. 27619/2020.L’inserimento in un contratto di fideiussione di una clausola di pagamento “a prima richiesta e senza eccezioni” vale di per sé a qualificare il negozio come contratto autonomo di garanzia, essendo tale clausola incompatibile con il principio di accessorietà che caratterizza il contratto di fideiussione, salvo quando vi sia un’evidente discrasia rispetto all’intero contenuto della convenzione negoziale, non desumibile dalla semplice circostanza che il garante si sia costituito “fideiussore solidale”. La suddetta rinuncia alle eccezioni, infatti, contrasta con l’assunzione di un impegno solidale.Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Tassazione del patto di famiglia

    Cassazione sentenza n. 29506/2020. Secondo la Cassazione alla liquidazione operata dal beneficiario del trasferimento dell'azienda o delle partecipazioni societarie in favore del legittimario non assegnatario, ai sensi dell'art. 768-quater c.c., è applicabile il disposto dell'art. 58, comma 1, d.lgs. n. 346 del 1990, intendendosi tale liquidazione, ai soli fini impositivi, donazione del disponente (e quindi non dell'assegnatario) in favore del legittimario non assegnatario, con conseguente attribuzione dell'aliquota e della franchigia previste con riferimento al corrispondente rapporto di parentela o di coniugio. Con questa decisione la Cassazione muta il suo precedente orientamento espresso nella ordinanza n. 32823/2018 nella quale era stato fissato il principio secondo cui l'attribuzione effettuata dal legittimario assegnatario a favore del legittimario non assegnatario dovesse essere tassata come un'attribuzione tra fratelli e sorelle. Tale precedente orientamento limitava la possibilità di utilizzo del patto di famiglia, considerato che tale soluzione ne determinava una notevole onerosità. Il nuovo orientamento dalla Cassazione rende sicuramente più agevole e conveniente il ricorso al patto di famiglia, strumento che potrebbe essere utilizzato in collegamento con altri istituti ed operazioni come, ad esempio, la costituzione di società-holding, di trust, di modifiche statutarie. Ciascuna operazione di passaggio generazionale deve, però, essere attuata su misura considerando la situazione specifica da risolvere.Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    La conferma o convalida di un negozio giuridico

    Cassazione sentenza n. 28602/2020.  La legittimazione al negozio di conferma o di convalida, anche sotto forma di esecuzione volontaria, della disposizione testamentaria nulla, sussiste solo in capo a chi dall’accertamento giudiziale della invalidità trarrebbe un vantaggio che si sostanzi nel riconoscimento di diritti oppure nell’accertamento della inesistenza di determinati obblighi testamentari. Essa non sussiste in capo al legatario con riferimento al testamento che lo gratifica rispetto al quale egli è portatore di un interesse opposto all’invalidità del testamento stesso. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Modo di ridurre le donazioni

    Cassazione sentenza n. 29924/2020. Il criterio cronologico di riduzione delle donazioni previsto dall’art. 559 c.c. non può operare quando si sia in presenza di più donazioni coeve e non di donazioni successive. Ne consegue che in tale ipotesi, qualora nessuno dei donatari sia in grado di dimostrare una priorità sul titolo, non resta che applicare la riduzione proporzionale stabilita dall’art. 558 c.c. per le disposizioni testamentarie. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Il riconoscimento del diritto e l’interruzione...

    Cassazione sentenza n. 29101/2020.  Il riconoscimento del diritto è idoneo ad interrompere la prescrizione, ai sensi dell’art. 2944 c.c., purchè provenga da colui contro il quale il diritto stesso può essere fatto valere e che ne abbia i poteri dispositivi, e non già da un terzo che non sia stato autorizzato dal primo a rendere tale riconoscimento. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Diritto di uso esclusivo

    Cassazione sentenza n. 28972/2020. La pattuizione avente ad oggetto l’attribuzione del diritto reale di uso esclusivo su una porzione di cortile condominiale, costituente, come tale, parte comune dell’edificio, mirando alla creazione di una figura atipica di diritto reale limitato, idoneo ad incidere, privandolo di concreto contenuto, sul nucleo essenziale del diritto dei condomini di uso paritario della cosa comune, sancito dall’art. 1102 c.c., è preclusa dal principio, insito nel sistema codicistico, del numerus clausus dei diritti reali e della tipicità di essi.Ne consegue che il titolo negoziale che siffatta attribuzione abbia contemplato implica di verificare se, al momento di costituzione del condominio, le parti non abbiano voluto trasferire la proprietà ovvero, sussistendone i presupposti normativi previsti e, se del caso, attraverso l’applicazione dell’art. 1419 c.c., costituire un diritto reale d’uso ai sensi dell’art. 1021 c.c., ovvero ai sensi dell’art. 1424 c.c., per la conversione del contratto volto alla creazione del diritto reale di uso esclusivo in contratto avente ad oggetto la concessione di un uso esclusivo e perpetuo di natura obbligatoria. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Migliorie e spese in tema di collazione

    Cassazione sentenza n. 29247/2020. In tema di collazione ereditaria di immobili la deduzione per migliorie e spese ai sensi dell’art. 748 c.c. spetta anche al donatario nudo proprietario che provi di aver migliorato il bene donatogli dal de cuius con riserva di usufrutto, dovendosi evitare che i coeredi non donatari possano ricevere un’indebita locupletazione dalle opere eseguite a spese del nudo proprietario, ottenendo la collazione di beni di valore superiore a quelli donati, per effetto di sacrifici patrimoniali da questi solo sopportati. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    13 ottobre 2021

    Fideiussione e polizza fideiussoria

    Cassazione sentenza n. 27619/2020.  La fideiussione tipica va distinta dalla polizza fideiussoria perché in quest’ultima il contraente si impegna ad una prestazione distinta da quella garantita a nulla rilevando la previsione del diritto di surroga del garante, la quale è connaturale ad ogni garanzia, autonoma o accessoria. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
Video

19 ottobre 2021

Le vigenti disposizioni di legge nazionali e regionali che disciplinano l’attività edilizia

Tag:
Scopri di più