• Hai bisogno di aiuto? Contattaci

  • In evidenza

    03 settembre 2021

    Accettazione con beneficio di inventario e...

    Cassazione, sentenza n. 20531/2020.L’accettazione dell’eredità con beneficio di inventario limita al valore dei beni ricevuti la responsabilità dell’erede per i debiti ereditari, ma di per sé non impedisce che, entro i limiti del valore dell’eredità, i creditori agiscano direttamente contro di lui e sui suoi beni. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    03 settembre 2021

    Pagamento di un debito ereditario ed accettazione...

    Cassazione, sentenza n. 20878/2020. Per aversi accettazione tacita di eredità non basta che un atto sia compiuto dal chiamato all’eredità con l’implicita volontà di accettarla, ma è altresì necessario che si tratti di atto che egli non avrebbe diritto di porre in essere, se non nella qualità di erede. Pertanto, poiché il pagamento di un debito del de cuius, che il chiamato all’eredità effettui con denaro proprio, non è un atto dispositivo e, comunque, suscettibile di menomare la consistenza dell’asse ereditario, tale, cioè, che solo l’erede abbia diritto a compiere, ne consegue che rispetto ad esso difetta il secondo dei suddetti requisiti richiesti in via cumulativa e non disgiuntiva per l’accettazione tacita. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    03 settembre 2021

    Accettazione dell’eredità decorso il termine...

    Tribunale di Treviso, sentenza del 6 maggio 2021. Il decorso del termine di prescrizione decennale di cui all’articolo 480 c.c. non impedisce al chiamato di procedere all’accettazione dell’eredità, in maniera espressa o tacita, a patto che nessun altro interessato eccepisca l’intervenuta prescrizione, che non può essere rilevata dal giudice d’ufficio. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    03 settembre 2021

    Accettazione tacita di eredità

    Cassazione, sentenza n. 19711/2020.Si ha accettazione espressa di eredità ai sensi dell’art. 475 c.c. ogni qual volta il chiamato assuma il titolo di erede in una scrittura privata, trattandosi di autonomo negozio giuridico unilaterale e non recettizio, che conserva appieno la sua validità, ancorchè, sia stata colpita da nullità la distinta convenzione, eventualmente contenuta nello stesso documento. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata 

    Scopri di più
  • News

    23 luglio 2021

    Designazione generica degli eredi quali...

    Cassazione S.U. sentenza n. 11421/2021. La designazione generica degli eredi come beneficiari di un contratto di assicurazione sulla vita, in una delle forme previste dall’art. 1920 secondo comma c.c., comporta l’acquisto di un diritto proprio ai vantaggi dell’assicurazione da parte di coloro che, al momento della morte del contraente, rivestono tale qualità in forza del titolo della astratta delazione indicata all’assicuratore per individuare i creditori della prestazione.Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • News

    07 maggio 2021

    Accettazione tacita di eredità

    Cassazione n. 1438/2020. L’accettazione tacita di eredità, che si ha quando il chiamato all’eredità compia un atto che presuppone la sua volontà di accettare e che non avrebbe diritto di compiere se non nella qualità di erede, può essere desunta anche dal comportamento del chiamato che abbia posto in essere una serie di atti incompatibili con la volontà di rinunciare o che siano concludenti e significativi della volontà di accettare. Ne consegue che l’accettazione tacita può essere desunta dal compimento di atti che siano al contempo fiscali e civili, come la voltura catastale, rilevante sia sotto l’aspetto tributario che civile. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più
  • Video

    04 febbraio 2021

    Trasferimenti immobiliari che hanno ad oggetto i...

    Grazie alla nostra associata Viviana Frediani che ci guiderà verso i quesiti più frequenti posti al notaio sull'accettazione tacita di eredità:: Devo fare l’accettazione tacita ma, cosa devo fare?Ho già presentato la dichiarazione di successione, devo pagare anche l’accettazione tacita?Ho già effettuato l’accettazione e la trascrizione tacita per la vendita di un precedente immobile, devo effettuarla nuovamente? Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes 

    Scopri di più
  • News

    02 dicembre 2020

    Rinuncia all’usufrutto dell’erede del...

    Cassazione, sentenza del 27 agosto 2020 n. 17861. Ove il legato in sostituzione di legittima abbia ad oggetto il diritto di usufrutto ed il legatario muoia prima di averlo accettato, la facoltà di rinunziarvi si trasmette all’erede di costui, divenuto titolare “iure hereditatis” dell’azione di riduzione, non rilevando, in senso contrario, che l’erede medesimo non possa subentrare nel diritto già acquistato dal proprio dante causa, potendo egli comunque scegliere se renderlo definitivo, assumendo su di sé obblighi ed eventuali diritti nascenti dall’estinzione dell’usufrutto ovvero rinunciarvi, assolvendo all’onere cui è subordinata l’azione di riduzione. Per approfondimenti chiedi ai Professionisti SuperPartes  Clicca qui per leggere gli altri articoli SuperPartes  Autore immagine: Pixabay.com © Riproduzione riservata

    Scopri di più